ASSOCIAZIONE CULTURALE "S’ URTZU E SOS BARDIANOS"

- ULA TIRSO -

 

Nel cuore della Sardegna, in territorio provinciale di Oristano , su una zona collinare sorge il centro di Ula Tirso.

Il paese è situato a 365  metri sul livello del mare, con una popolazione di circa 650 abitanti; l’economia del  piccolo centro urbano è in prevalenza  agro-pastorale.

L’isolamento dovuto alla scarsità di vie di comunicazione presenti nel territorio ha contribuito nell’arco dei secoli a mantenere integre certe tradizioni che, in altri paesi dell’isola, si sono estinte con il passare del tempo.

L’Associazione “S’ URTZU E SOS BARDIANOS DI ULA TIRSO” grazie all’ intelligente attività dei soci, ha riproposto alcuni riti propiziatori, del carnevale ulese, tramandato dalle vecchie generazioni.

Secondo le informazioni raccolte, un cinquantennio addietro, nei giorni del carnevale , il prescelto “S’Urtzu”  si posizionava  alle spalle un ampio pezzo di sughero,  indossava una lunga pelle di cinghiale, si legava alle gambe, alla vita o al collo un grosso campanaccio e si aggirava per le strade del paese, seguito da un corteo di altre maschere che avevano il compito di percuotere "l’ uomo-bestia”  con i loro robusti bastoni.

Il canovaccio della mascherata de S’Urtzu è stato riproposto  ad opera di un gruppo di amanti delle tradizioni locali,  desideroso di conservare nel tempo usanze e riti  che rischiavano di andare perdute nell'oblio del tempo.

 Erano i primi anni novanta e da allora, l'associazione continua nella ricerca e nella volontà di portare in giro per il mondo le antiche tradizioni del carnevale di Ula.

 

A Domo Maschera Contatti Fotografie Gli Amici